Roswell New Mexico 2: Il finale è ispirato a The Vampire Diaries

La Seconda Stagione di Roswell, New Mexico si è conclusa negli Stati Uniti, con un episodio dal colpo di scena finale inaspettato. Le parole di Carina Adly MacKenzie sul finale della serie targata The CW.

La scorsa settimana, la Seconda Stagione di Roswell, New Mexico si è conclusa con la messa in onda del 13esimo episodio dal titolo “Mr. Jones”. L’ultimo appuntamento con la serie targata The CW ha ricercato allo spettatore molti colpi di scena e decisioni inaspettate. ATTENZIONE SPOILER Nel corso dell 2×13 la protagonista Liz (Jeanine Mason) riceve una borsa di studio come scienziata da parte di una conoscente del suo ex-fidanzato, Diego. Per questo motivo decide di partire per la California anche se questo vorrà dire dover lasciare l’amore della sua vita Max (Nathan Dean). Infatti, se a metà episodio del finale di Roswell, New Mexico l’alieno era disposto a seguirla ovunque, dopo aver fatto esplodere il laboratorio di Liz per evitare di farsi scoprire da Diego, il rapporto con Liz precipita.

Anche gli altri protagonisti di Roswell, New Mexico hanno dei risvolti interessanti. Maria decide di lasciare Michael, che ancora una volta mette in discussione i suoi sentimenti, mentre Kyle trova l’amore in Steph, guarita grazie allo zampino di Liz.

Roswell, New Mexico 2×13

Ovviamente, come per la Prima Stagione anche questa volta gli ultimi istanti hanno lasciato lo spettatore senza parole. Max, grazie al siro di Liz, scopre che nelle caverne della città si nasconde qualcosa e insieme a Michael ed Isobel liberano un alieno sconosciuto ma dalle stesse sembianze di Max Evans. Il “partner”, come si auto definisce il nuovo arrivato, è sicuramente un extra terrestre clandestino arrivato a Roswell dopo l’incidente del 1947. Tutto ciò, ci ha riportati indietro nel tempo, a quando in The Vampire Diaries, il personaggio di Elena Gilbert (Nina Dobrev) scoprì di avere dei doppleganger. Sarà cosi anche per Max Evans?

In un’intervista a TvLine.com, Carina Adly MacKenzie la creatrice di Roswell, New Mexico parla proprio del paragone tra Nina Dobrev e Nathan Dean (Max) e della sfida che ha lanciato al suo attore protagonista:

“Posso dire molto poco. Ma dopo anni passati a guardare Nina Dobrev mentre svolgeva il doppio dovere in The Vampire Diaries, sono davvero entusiasta di aver lanciato la sfida a Nathan. Originariamente avevamo considerato di introdurre suo padre alla fine. Stavamo girando la scena dell’episodio 3 quando il clandestino esce fuori la navicella, e ho chiamato Nathan per chiedergli di essere lui la persona che mette una mano sulla spalla di Nora.

Roswell, New Mexico ispirato da The Vampire Diaries

“A quel punto ci siamo detti se dovessimo fare un casting per il padre di Max probabilmente sarà un tipo alto con i capelli scuri. Nathan non stava lavorando perché Max era ancora morto, quindi era molto felice di venire sul set. Il regista dell’episodio 3 e del finale è Jeff Hunt quindi gli ho detto “Potremmo introdurre un doppione di Max. Puoi girarlo come se facessimo una grande rivelazione?”. E cosi ha fatto, e allora abbiamo salvato una scena per il finale. Una volta che abbiamo visto quanto fosse bello rivelare che si trattava di un doppione di Max, ho pensato: “Beh, immagino che non stiamo facendo un casting per un papà!”

In Roswell, New Mexico 3 il “clone” di Max sarà uno dei misteri da risolvere. Purtroppo la stagione, seppur confermata dalla rete The Cw, arriverà non prima dell’anno prossimo. Per rimanere aggiornati seguite la nostra pagina Facebook Bingy News e mettete “mi piace” alla pagina Facebook Roswell, New Mexico Italy

Valentina Turci

Valentina Turci

Read Previous

Lucifer: Finalmente Netflix conferma la Sesta e Ultima Stagione

Read Next

The Handmaid’s Tale 4: Gli aggiornamenti di Elisabeth Moss sulla produzione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *