Stephen Amell rivela di essere risultato positivo al Covid-19

Stephen Amell torna a parlare dopo l’attacco di panico, e rivela di essere risultato positivo al coronavirus

Quando Stephen Amell è risultato positivo al COVID-19, la sua preoccupazione principale è stata quella di aver messo a repentaglio il futuro del suo prossimo show “Heels“. Il dramma sul wrestling di Starz era già in produzione ad Atlanta quando l’attore si è ammalato, come ha rivelato il 27 ottobre nel podcast Inside of You di Michael Rosenbaum. Al momento della registrazione del 20 ottobre, Amell ha dichiarato di essere risultato positivo al test due settimane prima ed è stato autorizzato a tornare sul set.

La prima lunga intervista dopo l’attacco di panico

La prima, grande intervista di Stephen Amell arriva a nove mesi di distanza dall’attacco di panico. “Sono un supereroe in pensione” ha dichiarato l’attore poco prima di ricordare quanto gli è accaduto e arrivando poi a raccontare la sua esperienza con il virus che ha colpito il mondo. Amell ha dichiarato di non essersi “mai preoccupato dell’aspetto letale chiarendo poi che “la mia ansia veniva dall’idea che avrei deluso centinaia di persone“.

Non avevo ansia per il fatto che l’avrei passato ad altre persone, cosa che forse ho fatto, il che è di per sé inquietante e terribile. Ma bisogna capire che a causa di quest’ansia ho provato attivamente a evitare questo virus. E indovina? Ce l’ho comunque, quindi sii intelligente. Se sei intelligente, rimani intelligente. E se non lo sei, stai solo trascinando questa merda più a lungo per tutti gli altri.

Stephen Amell ha spiegato che si stava già auto-isolando quando i suoi sintomi sono comparsi perché un’altra persona che lavorava sul set di Heels era precedentemente risultata positivo al coronavirus. “Mi sono svegliato ed è stata la cosa più strana. Il mio orecchio destro era tappato e avevo caldo e freddo“, ha ricordato, aggiungendo che si sentiva anche “super stordito” e aveva perso l’appetito. In sole tre settimane ha perso circa 10 chili, ma nonostante gli ostacoli fisici, l’attore ha dichiarato di aver sofferto molto di più dal punto di vista mentale.

Stephen Amell risponde alle accuse di razzismo

Come dichiarato dall’attore, la preoccupazione più grande era legata al nuovo show di cui è protagonista: “Quando ho avuto il risultato positivo, ho pensato di aver distrutto lo show perché sono il numero 1 sul foglio delle chiamate e lavoro ogni giorno più o meno… Nella mia testa mi dicevo ‘dovranno interrompere la produzione. Non abbiamo ancora finito con il primo blocco di due episodi. Ho appena rovinato tutto?’“. Stephen Amell ha anche dichiarato di essere consapevole di quanto sia privilegiato nel lavorare in un settore attrezzato ad affrontare i focolai di COVID-19.

Sono incredibilmente fortunato perché se devo andare in isolamento, ho un lavoro che mi aspetta dall’altra parte. Ancora una volta, grazie mille a Starz per essere così solidale e per quello che hanno fatto nelle ultime tre settimane, lo show si è interrotto per un giorno. Quello che sono stati in grado di fare è sbalorditivo, francamente. Va solo a dimostrarlo quanto erano preparati per questo, ma non tutti hanno il lusso di prendersi due settimane di ferie. In effetti, la maggior parte delle persone non lo fa. Siamo nel mezzo di una pandemia globale e i tempi sono duri per molte persone.

Potrebbe interessarti:

Per rimanere sempre aggiornati su tutte le novità continuate a seguirci su Bingy News e se volete, potete passare dalla nostra pagina Facebook e dal nostro profilo Instagram.

Non dimenticate di passare dalle pagine Facebook Serietvinside Serie tv & co e Un mondo di film e serie TV ツ

Fonte EOnline

Gabriella Monaco

Gabriella Monaco

Read Previous

Amazon Prime Video: Visioni e suggerimenti per trascorrere un Halloween da paura

Read Next

Grey’s Anatomy e Station 19 si incontrano nel primo crossover: rivelata la sinossi ufficiale

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *