Stranger Things 4: Recensione del primo volume

Ecco la nostra recensione dei primi sette episodi di Stranger Things 4. Il volume 1 sarà disponibile su Netflix dal prossimo 27 maggio

Uscirà il prossimo 27 maggio 2022 sulla piattaforma streaming Netflix il primo volume di Stranger Things 4 composto da sette episodi della durata media di 70-80 minuti ciascuno. Noi di Bingy News per l’occasione, abbiamo visto tutti e sette gli episodi in anteprima e ora siamo pronti a darvi la nostra recensione.

Stranger Things 4

Dove eravamo rimasti…

La terza stagione era stata rilasciata il 4 luglio del 2019. Undici era riuscita a chiudere il portale che collegava il nostro mondo al sottosopra. Nell’impresa però aveva perso i suoi poteri e non solo, suo padre adottivo il capo della polizia di Hawkins Jim Hopper (David Harbour), è dato per morto a causa di una esplosione in un laboratorio sotterraneo.

Proprio per questo motivo la piccola Undici va a vivere con Joyce (Winona Ryder), Will (Noah Schnapp) e Jonathan (Charlie Heaton), la famiglia Byers che per cercare di ricominciare decide di trasferirsi in California, dividendo così il gruppo di amici.

Dove siamo…. Stranger Things 4

Nuova stagione nuovo anno scolastico e nuovo mostro

Mentre la sinossi di Stranger Things narra che sono passati sei mesi dalla battaglia di Starcourt che ha portato terrore e distruzione a Hawkins, nella realtà sappiamo che, dalla scorsa stagione, sono passati ben quasi tre anni. Ovviamente la principale causa che ha contribuito a questo lungo ritardo è stata la pandemia di Coronavirus, che ha bloccato le riprese in molteplici occasioni.

La crescita degli attori è un aspetto che non può essere trascurato

Si perché i protagonisti sono cresciuti un po’ troppo rispetto alla parte che interpretano. Quando si tratta di adolescenti il cambiamento che avviene tra 12 anni e 18 è notevole. Pertanto è difficile convincere lo spettatore che si sta trovando di fronte a dei ragazzi che hanno appena compito 14 anni quando nella realtà sono ormai tutti maggiorenni.

Ma concentriamoci sul fatto che i ragazzi in Stranger Things 4 abbiano davvero 14 anni (altrimenti non sappiamo come procedere, l’impasse è davanti a noi), il periodo delle medie un momento particolare della vita, quello della preadolescenza, l’età delicata in cui sbocciano le proprie individualità e al tempo stesso cresce l’identità di gruppo.

Come ad esempio Lucas (Caleb McLaughlin) che vive un forte conflitto interiore, in quanto è combattuto tra frequentare i ragazzi più popolari, quelli appartenenti alla squadra di basket o continuare a far parte del gruppo de suoi vecchi amici nerd Dustin e Mike e dal nuovo gruppo di giocatori di D&D.

O la povera Undici che si ritrova in un altro stato, in un altra scuola, senza i suoi amici, senza i suoi poteri e vittima di bullismo da parte dei suoi nuovi compagni di classe che la prendono di mira ogni qualvolta ne hanno la possibilità.

Stranger Things 4: Recensione del primo volume
STRANGER THINGS 4. (L to R) Finn Wolfhard as Mike WHeeler, Noah Schnapp as Will Byers and Millie Bobby Brown as Eleven in STRANGER THINGS. Cr. Courtesy of Netflix © 2022

Nuovo Mostro

Non sarebbe Stranger Things senza il sottosopra e senza le creature spaventose che lo popolano…

Come sappiamo bene, ogni creatura incontrata in questa serie fantascientifica targata Netflix prende il nome da un mostro di D&D (Dungeons & Dragons) quindi se, nelle prime stagioni ci siamo trovati di fronte a creature soprannominate Demogorgone (come il potente Signore dei Demoni) o Mind Flayer (come la mostruosa aberrazione umanoide con poteri psionici), in Stranger Things 4 ci troviamo di fronte ad una nuova e orribile minaccia soprannaturale: Vecna.

Ovviamente in merito a questa creatura non vi riveleremo nulla per due principali motivi:

il primo è che non vogliamo rovinarvi nessuna sorpresa e la seconda è che anche se volessimo svelarvi qualcosa non siamo in condizioni di farlo, abbiamo proprio le bocche talmente cucite che se dovesse sfuggirci qualcosa Netflix ci spedirebbe immediatamente nel Sottosopra e a quel punto, chi verrebbe a salvarci?

Molte Domande Troveranno Risposta

Anche se non possiamo assolutamente rivelarvi gli avvenimenti basilari che accadono in questi sette episodi, siamo comunque in grado di svelarvi un particolare assolutamente non indifferenze. Ci stiamo riferendo al fatto che alcune delle principali domande che il pubblico di questa serie si è posto negli ultimi sei anni troveranno finalmente una risposta. E non è tutto queste risposte daranno un senso a molte cose.

Risposte che arrivati a questo punto della storia era necessario venissero date.

“È una questione di Chimica chimica”

Nonostante la crescita, nonostante gli anni che passano è bello vedere che la chimica tra alcuni personaggi è rimasta intatta. Ineguagliabili infatti i momenti comici della serie, soprattutto quelli che riguardano i siparietti tra Steve e Dustin, capaci di regalare la leggerezza di cui abbiamo bisogno.

Non solo, se nella terza stagione abbiamo assistito alla nascita dell’amicizia tra Undici e Max, nella quarta stagione vediamo il nascere di un’altra amicizia tra altri due personaggi di sesso femminile: Nancy e Robin. Anche loro due saranno in grado di offrirci dei momenti super divertenti, fondamentali per alleggerire la lunghezza degli episodi.

Continua a pagina due per sapere come continua la nostra recensione di Stranger Things 4

Manuela Cristiano

Read Previous

Chi vuole sposare mia mamma?: Caterina Balivo torna alla conduzione su TV8

Read Next

Mission: Impossible – Dead Reckoning Parte Uno, il primo Teaser Trailer

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *