sanremo 2024 top e flop

I top e i flop di Sanremo 2024, la nostra analisi dettagliata su cosa ci è piaciuto e cosa no della 74esima edizione del Festival della canzone italiana

Anche questo Sanremo 2024, come il Natale, ce lo siamo levati dalle scatole. Ma Fare un’analisi dei top e flop di questa edizione del Festival risulta abbastanza complesso, perché non ha vissuto particolari momenti di gloria, risultando effettivamente il meno riuscito della gestione Amadeus. 

Pochi guizzi, diverse polemiche, nessun momento di gloria, se non per gli ascolti che invece hanno premiato gli Amarello (la premiata ditta Ama e Fiorello) ancora e più degli altri anni. Ma questo sporco lavoro noi martiri che scriviamo di spettacolo dobbiamo pur farlo e Bingy News non poteva senz’altro tirarsi indietro. Ecco dunque i top e i flop di Sanremo 2024.

Sanremo 2024: Top

Fiorello

Sa fare tutto e non je frega di niente. Semplicemente perfetto. Fiorello conduce, fa l’ospite, ti percula e si percula e tu gli dici anche bravo. Altro che co-conduttore, Amadeus dietro di lui sparisce del tutto. Sogno un’edizione con l’organizzazione di Ama e la conduzione esclusiva del Rosario nazionale. Non succede, ma se succede. Magari l’anno prossimo, finalmente, scriverò di lui che ha fatto il 70% di Share rifacendo la scena di Sister Act all’Ariston con ospite Whoopi Goldberg.  Ma come tutti i grandi è sfuggente, si concede poco e da solo. Una rottura di scatole come la gestione intera del Festival, non la farà mai.

I Santi Francesi

L’immensità della loro esibizione con Skin alla serata delle cover di Sanremo 2024 è solo l’apice di un talento gigantesco. Folgoranti ad X Factor, portarli a Sanremo è stata un’ottima intuizione di Amadeus per innalzare la qualità degli artisti in gara. Non sfonderanno in Italia, sicuramente non per il momento. Sono too much per un pubblico mediocre abituato ai vari tormentoni (si Annalì ce l’ho con te, i The Kolors almeno li fanno bene). Pop elettronico elegante e sensuale, quanto di più lontano dalla banalità delle classifiche attuali. Semplicemente favolosi.

La serata cover

Si conferma la serata che più contribuisce alla qualità generale del festival, illuminando di una diversa luce i concorrenti, che si sentono più liberi dall’ansia della gara e salgono sul palco per ciò che sanno fare meglio: spettacolo. Venerdì a Sanremo 2024 abbiamo scoperto l’anima rock di Annalisa che le si addice da morire, le origini sarde di Mahmood, le splendide ragazze di BigMama e la quarta dimensione del duetto dei Ricchi e Poveri con Paola e Chiara. Riesce e convince per tutte e cinque le ore di diretta senza avere nessun momento down.

Gigidag

Venerdì a Sanremo 2024 è stata anche la serata del ritorno di Gigi D’Agostino che, dopo due anni di stop, torna a farci ballare. La mia generazione è figlia di Gigi e tutti abbiamo tremato, vederlo di nuovo dietro la consolle è stato fantastico.

Ghali (e Dargen)

C’è bisogno che dica perché? #stopwar #stopgenocide

Vai a pagina 2 per scoprire i Flop di Sanremo 2024

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *